4 marzo 2014

Libro - thriller

 



"Susan a faccia in giù nella neve" di Carol O'Connel
è un giallo veramente da brivido non tanto per rappresentazioni macabre o omicidi a raffica, ma per il livello di suspense che l'autrice riesce a creare. Un aspetto importante della storia si capisce solo sul finire, lasciando veramente scioccati.





In una cittadina americana spariscono due bambine di dieci anni. Inizialmente, si fa strada l'ipotesi della fuga, ma il giovane poliziotto che segue il caso ha un presentimento e collega la scomparsa delle bimbe all'omicidio della sua sorella gemella monozigote di molti anni prima. L'accusato di quell'omicidio (un prete), da anni in carcere, si professa innocente da sempre. In un crescendo di suspense, il thriller si risolve con un agghiacciante colpo di scena finale. Sono molto interessanti alcuni passaggi che descrivono l'eccezionalità dei gemelli monozigoti di sesso diverso ed il rapporto "particolare" sviluppatosi tra il protagonista e la sorella gemella nell'infanzia. Il romanzo scorre veloce e con continui colpi di scena, mantenendo il lettore in continua curiosità, sviluppandosi in minuziose descrizioni, ma senza mai andare nel macabro o nello splatter.

Buona lettura!!!

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
banner